Navigation

Algeria: rapito portavoce ex internati

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2011 - 10:28
(Keystone-ATS)

Noureddine Belmouhoub, portavoce del Comitato di difesa degli ex internati nei campi di sicurezza (istituiti in Algeria nel periodo più caldo del terrorismo islamico degli anni '90), è stato rapito ieri sera ad Algeri.

Secondo fonti citate da el Watan, Belmouhoub è stato prelevato da tre persone che lo hanno costretto a salire su un automezzo, davanti allo sguardo sbalordito di alcuni amici che erano con lui.

L'attivista per la difesa dei diritti dell'Uomo Salah Eddine Sidhoum ha detto di ignorare se Belmouhoub sia stato prelevato da elementi del Renseignements generaux (un corpo della Sicurezza nazionale) o del Drs (una unità dell'Esercito).

Noureddine Belmouhoub è il portavoce delle circa 900 persone che furono internate in campi di detenzione, nel Sahara algerino, che operarono dal 1992 al 1995. Gli ex internati chiedono che sia fatta la verità su questa pagina della Storia algerina e sulle reali condizioni in cui versavano gli internati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?