Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tre persone che si sono presentate come ostaggi - un britannico, un irlandese e un giapponese - hanno parlato al telefono con la tv Al Jazeera chiedendo che l'esercito algerino si ritiri dalla zona del sito petrolifero di In Amenas, dove da ieri sono trattenute decine di ostaggi stranieri, e che si favorisca il negoziato.

L'ostaggio irlandese, secondo la tv che traduceva simultaneamente le sue dichiarazioni, ha affermato che la situazione sta peggiorando e chiesto il ritiro dell'esercito algerino in vista di negoziati con i sequestratori. L'uomo ha aggiunto di aver avuto ieri un contatto telefonico con la moglie.

Il britannico ha dichiarato che i negoziati potrebbero prevenire delle perdite umane. Secondo al Jazeera, infine, il terzo ostaggio a intervenire in diretta per telefono e senza immagini, un giapponese, è rimasto ferito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS