Navigation

Alice di Tim Burton in 3D, e' adulta e indipendente

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 febbraio 2010 - 17:46
(Keystone-ATS)

LONDRA - Una Alice marcatamente femminista, ventenne, in pieno controllo della propria vita, che affronta le sfide del Paese delle meraviglie con piglio da guerriera: ecco la nuova eroina di Lewis Carroll rivisitata in 3D da Tim Burton, con il fido Johnny Depp nelle vesti di un eccentricissimo Cappellaio matto. A Londra stasera, ci sarà la prima mondiale alla presenza del principe Carlo e della moglie Camilla.
Burton, Depp e il cast hanno presentato la pellicola in una conferenza stampa affollata come poche, con giornalisti da ogni angolo del pianeta. Johnny Deep spiega che lui e Burton hanno voluto "un personaggio oscuro e pericoloso. L'immagine è quella del libro, ma abbiamo messo dettagli sparsi qua e là da Carroll. Poi ho studiato la malattia dei cappellai, causata dal mercurio che usavano, una specie di follia. Quindi ho cercato di rappresentare gli estremi del cappellaio, un momento è sereno, l'altro è furioso".
La fiaba della bambina che finisce nel surreale paese "dove anche i buoni sono un po' fuori di testa" (nelle parole di Burton) è stata adattata creando una protagonista all'inizio dell'età adulta, che in realtà è già stata lì da bambina. Una volta varcata la soglia di quello che sembra un sogno, incontra il folle cappellaio Depp: con i suoi occhi sgranati che cambiano colore quando s'infuria, capelli rossi schizzati, il colorato personaggio è il perno del film.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.