Forte balzo dell'utile netto per Allianz Suisse, quasi triplicato nel 2010 rispetto all'esercizio precedente, fissandosi a 565,5 milioni di franchi. Lo ha fatto sapere la filiale elvetica dell'assicuratore tedesco, precisando che il risultato operativo è ammontato a 306,7 milioni di franchi, in crescita del 5,2%.

L'utile netto è lievitato in seguito alla cessione delle filiali Alba e Phenix alla compagnia Helvetia. La raccolta premi è salita dell'1,8% a 3,82 miliardi di franchi. Per il solo ramo vita risulta un incremento del 3% a 2,12 miliardi di franchi.

Vari sinistri importanti - ad esempio incendi di fabbriche e impianti produttivi - hanno causato un onere superiore a 30 milioni di franchi. Si aggiungono le spese per le prestazioni dell'assicurazioni infortuni e le indennità giornaliere di malattia. L'incidenza totale dei sinistri in relazione ai premi incassati è passata dal 70,4% del 2009 al 73,8% l'anno passato, scrive Allianz Suisse in una nota. Nel complesso la combined ratio - ossia il rapporto tra i costi dei sinistri e altre spese rispetto ai premi - si è attestata al 95,6% (2009: 93,1%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.