Navigation

Alloggi abbordabili, secondo ASI opuscolo contiene errori

Edifici a Zurigo KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 dicembre 2019 - 11:17
(Keystone-ATS)

L'Associazione svizzera degli inquilini (ASI) chiede una rettifica urgente dell'opuscolo esplicativo per le votazioni del 9 febbraio.

Ne danno notizia oggi Le Matin Dimanche e il SonntagsBlick, che hanno ottenuto una copia della lettera, inviata dall'ASI al Consiglio federale e alle Commissioni della gestione del parlamento, contenente questa richiesta.

"Il libretto contiene degli errori oggettivi nella parte relativa all'iniziativa 'Più abitazioni a prezzi accessibili'", sostiene l'associazione nella missiva, aggiungendo che il governo evita deliberatamente di citare i dati dell'Ufficio federale di statistica (UST), da cui emerge che gli affitti in Svizzera sono aumentati complessivamente del 3,5% dal gennaio del 2016.

Interpellati dal settimanale romando, i servizi del ministro dell'economia, Guy Parmelin, replicano affermando che il fascicolo fa riferimento alle informazioni fornite dall'Ufficio federale delle abitazioni (UFAB). "Questi dati sono accessibili al pubblico e una fonte rinvia anche all'indice degli affitti dell'UST. Tuttavia, solo gli operatori privati forniscono indici che danno conto della situazione in materia di offerta e transazioni".

Il testo dell'iniziativa prevede che il 10% degli alloggi di nuova edificazione siano di proprietà di enti pubblici. A questo scopo i cantoni e i comuni sarebbero autorizzati a utilizzare un diritto di prelazione, in particolare sugli immobili che appartengono alla Confederazione o ad aziende ad essa legate, come le FFS e la Posta. Altro aspetto importante: l'autorità federale dovrebbe assicurare che i risanamenti non comportino "la perdita d'abitazioni a pigione moderata".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.