Navigation

Alp Transit: galleria del San Gottardo ultimata già nel 2016, FFS

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2010 - 16:23
(Keystone-ATS)

BERNA - La nuova galleria ferroviaria del San Gottardo, la più lunga del mondo, potrebbe essere ultimata un anno prima del previsto, ossia nel 2016. Lo sostengono le Ferrovie federali svizzere (FFS), che affermano tuttavia di non essere ancora certe di poterla utilizzare già a partire da allora.
"Siamo stati informati di possibili cambiamenti per quanto riguarda la data di fine lavori", ha indicato all'ATS il portavoce dell'ex regia federale Alessandro Malfanti, confermando una notizia apparsa sulla "NZZ am Sonntag". Le FFS sono infatti regolarmente in contatto con con il committente del progetto, la Alptransit San Gottardo SA, nonché con l'Ufficio federale dei trasporti (UFT).
È però ancora troppo presto per prendere una decisione in merito all'entrata in servizio anticipata del traforo, ha aggiunto Malfanti. L'avvio dell'attività avrebbe tutta una serie di conseguenze per la compagnia ferroviaria. Sarebbe in particolare necessario aumentare prima del previsto la capacità delle linee ferroviarie che si collegano alla nuova trasversale alpina.
Alptransit San Gottardo SA sta procedendo ad alcune verifiche in vista di un'eventuale consegna prima del termine stabilito, ha precisato il presidente della direzione Renzo Simoni. Quest'ultimo ha pure aggiunto che, a suo avviso, un'apertura anticipata al 2016 potrebbe essere presa in considerazione. Sull'argomento e sulle conseguenze a livello di costi l'azienda sta preparando un rapporto, ha aggiunto. Il documento "verrà inviato all'inizio della prossima settimana all'UFT".
Per procedere ad un'apertura anticipata manca però ancora il via libera del consorzio Transtec Gotthard, responsabile dell'installazione della tecnica ferroviaria. Se quest'ultimo dovesse rifiutare - e ci sono 50% di possibilità che lo faccia - l'idea dovrà essere accantonata, ha fatto notare Simoni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?