Tutte le notizie in breve

Kilian Jornet Burgada fotografato dopo una gara di sci estremo in Vallese nel 2015

Keystone/MAXIME SCHMID

(sda-ats)

In una settimana ha scalato due volte l'Everest alla ricerca del nuovo record di velocità in salita dal versante nord.

Protagonista della formidabile performance è lo spagnolo Kilian Jornet Burgada, ventinovenne catalano, già autore di primati sul Monte Bianco, sul Cervino, sul McKinley e sull'Aconcagua.

Lo scorso 21 maggio è partito dal monastero tibetano di Rongbuk, a 5.100 metri, ha raggiunto la cima a 8.848 metri di quota ed è tornato al campo base avanzato a 6.500 metri in 26 ore (gli alpinisti normalmente ci impiegano 4-5 giorni). Ieri è ripartito dal campo base avanzato e, nonostante il forte vento, in 17 ore è arrivato in vetta, prima di far rientro a valle.

In entrambi i casi non ha usato ossigeno supplementare. Ha quindi sfiorato il "record" di salita dal versante Nord che appartiene all'austriaco Christian Stangl: 16 ore e 42 minuti nel 2006. Dal 2012 Jornet Burgada è impegnato nel progetto Summits of my Life con l'obiettivo di migliorare i record su alcune fra le più alte montagne della Terra.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve