Vertenza milionaria per Alpiq: il gruppo energetico è impegnato in un braccio di ferro con il colosso industriale francese Bouygues, a cui nell'estate scorsa aveva venduto le sue attività di servizi e ingegneria, incassando circa 800 milioni di franchi.

Il contratto sottoscritto fra le parti prevedeva un meccanismo di adattamento del prezzo, ricorda Alpiq in un comunicato diffuso ieri sera. Le due società hanno opinioni differenti riguardo all'ammontare finale della transazione: Alpiq vuole 12,9 milioni di franchi supplementari, mentre Bouygues Construction esige un rimborso di 205,1 milioni. Alpiq contesta completamente la pretesa della controparte. Per dirimere la vertenza è stato avviato un procedimento di arbitraggio.

La società aveva venduto il comparto per diminuire l'indebitamento e concentrarsi sulle attività di base, vale a dire la produzione di elettricità in Svizzera e le componenti internazionali.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.