Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un utile netto di 155 milioni nei primi sei mesi dello scorso anno, in questo primo semestre 2012 Alpiq, numero uno dell'energia in Svizzera, ha registrato una perdita di 36 milioni di franchi. Tutta colpa della morosità congiunturale, di "avvenimenti eccezionali" che hanno portato l'azienda ad effettuare rettifiche di valore.

In un comunicato odierno Alpiq cita l'imprevista rottura del contratto di fornitura energetica da parte della società romana Hidroelectrica; la cessione delle attività in Italia; la forte riduzione del valore borsistico della sua partecipazione nell'azienda italiana A2A.

Senza questi inattesi rovesci Alpiq avrebbe generato un utile netto di 126 milioni di franchi, in calo soltanto del 31,1% rispetto allo stesso periodo 2011.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS