Navigation

Alptransit Ceneri, inaugurazione il 4 settembre in forma ridotta

I test intanto continuano. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 agosto 2020 - 15:50
(Keystone-ATS)

Avverrà venerdì 4 settembre a Camorino, intorno a mezzogiorno, il taglio del nastro che inaugurerà ufficialmente la galleria ferroviaria di base del Monte Ceneri, tassello fondamentale del progetto Alptransit.

Complice il coronavirus, la cerimonia si terrà in forma notevolmente ridotta rispetto a quanto previsto inizialmente, ma vedrà comunque presenti le massime autorità federali e cantonali.

Saranno sul posto la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga, il consigliere federale Ignazio Cassis e il presidente del consiglio di stato ticinese Norman Gobbi, come pure i presidenti della direzione di FFS e ATG (rispettivamente gestore e costruttore del traforo), Vincent Ducrot e ATG Dieter Schwank, informa l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) in un comunicato odierno.

Inizialmente erano previsti 650 ospiti, ma la pandemia ha imposto una forma ridotta. Nell'ambito della cerimonia dal portale nord transiterà il primo treno merci attraverso la galleria di base.

Il giorno precedente, il 3 settembre, Sommaruga incontrerà non meglio precisati rappresentanti dei paesi vicini, direttamente interessati dal traffico nord-sud. I colloqui verteranno sul traffico merci ferroviario transalpino e su una politica dei trasporti rispettosa dell'ambiente. Le delegazioni si recheranno al portale nord del tunnel per una breve visita.

La galleria entrerà in servizio con il cambio d'orario di metà dicembre 2020 e anche in quell'occasione vi saranno manifestazioni. La festa popolare per la rete ferroviaria celere ticinese, programmata a Bellinzona, Lugano e Locarno, avrà luogo la prossima estate. Grazie alla nuova opera le tre città disporranno di collegamenti decisamente migliori: i tempi di viaggio tra Lugano e Locarno risulteranno quasi dimezzati.

La ferrovia di pianura attraverso le Alpi costituisce comunque soprattutto il fulcro del corridoio per il trasporto merci Rotterdam-Genova, sottolinea l'UFT. Il suo ruolo è quello di trasferire le merci dalla strada alla rotaia e rafforzare così la protezione delle Alpi. Alptransit e il completamento del corridoio di 4 metri attraverso la Svizzera significano, in futuro, maggiori capacità su rotaia.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.