Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo francese è pronto a diventare il primo azionista di Alstom, acquisendo due terzi della quota di Bouygues (29,3%), e dà parere favorevole a un'alleanza con l'americana General Electric, alla luce della nuova offerta presentata ieri. Lo ha dichiarato il ministro dell'Economia francese Arnaud Montebourg.

Nell'ambito dell'operazione sarà in particolare creata "una joint venture specifica francese", con quote paritarie per lo Stato e GE, sulle attività per l'energia Nucleare, nella quale all'azionista pubblico sarà riconosciuto un diritto di veto.

Saranno poi costituite altre due joint venture, sempre sulle attività energetiche, nel quadro di "un'alleanza con una Alstom mantenuta nell'energia, a 50-50 tra General Electric e lo Stato". La Francia ha in particolare insistito sugli impegni in materia di occupazione sottoscritti dal gigante americano, che si è impegnato a creare 1000 posti di lavoro sul territorio transalpino in tre anni, e si dice pronta, nelle parole di Montebourg, a imporre delle "penalità" se le promesse non saranno mantenute.

SDA-ATS