Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Vendite in calo nel 2015 per Amag: l'importatore di vetture ha realizzato un fatturato di 4,4 miliardi di franchi, 200 milioni in meno dell'anno precedente.

La flessione è dovuta all'abolizione del cambio minimo euro-franco, che ha portato a notevoli riduzioni del prezzo delle automobili, spiega l'azienda in un comunicato odierno.

AMAG ha registrato "risultati solidi", nonostante le condizioni decisamente avverse, si legge nella nota. Oltre al rafforzamento del franco vi è stato lo scandalo delle emissioni che ha colpito Volkswagen, uno dei marchi commercializzati da Amag, insieme ad Audi, Skoda e Seat.

Con 42'212 vetture vendute Volkswagen rimane peraltro la più acquistata in Svizzera, con una quota di mercato del 13%. Il marchio si colloca sul gradino più alto del podio per la 16esima volta consecutiva, registrando al contempo il secondo miglior risultato dall'inizio delle importazioni. Il modello Golf è per la 40esima volta l'auto più venduta in Svizzera.

Riguardo al 2016 il CEO Morten Hannesbo mostra una certa cautela. "Sebbene gli indicatori generali dell'economia svizzera preconizzino un anno impegnativo, grazie al nuovo orientamento del gruppo Volkswagen vi saranno anche nuove opportunità da cogliere. Al contempo siamo chiamati a rafforzare la fiducia dei nostri clienti verso di noi e, dove necessario, a riconquistarla".

Alla fine dell'anno il gruppo AMAG occupava 5360 dipendenti, di cui 714 apprendisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS