L'importatore di automobili Amag reagisce all'apprezzamento del franco con una riduzione del personale. Per fine aprile sono stati licenziati 25 dipendenti, altri non verranno sostituiti in caso di partenza.

La notizia, data da "20 Minuten" online, è stata confermata dal portavoce di Amag Dino Graf, secondo cui per rimanere concorrenziale il gruppo ha ridotto i prezzi dei veicoli fino al 15% dopo l'abbandono del tasso di cambio minimo per l'euro. Ora si cerca di compensare le perdite con varie misure.

La diminuzione degli effettivi - 5'480 a fine 2014 - avverrà principalmente tramite la fluttuazione naturale e la riduzione dei tempi di lavoro. Graf non ha indicato se nei prossimi mesi siano previsti altri licenziamenti.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.