Navigation

Amag vittima di un ciberattacco

Amag non ha specificato la natura dell'attacco né la sua origine, ma ha sottolineato che, secondo i risultati preliminari di un'indagine interna, non ha "causato grandi danni". KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA BELLA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2020 - 16:04
(Keystone-ATS)

L'importatore e distributore di automobili Amag è stato vittima di un attacco ai sistemi informatici mercoledì sera. Lo indica la società stessa in un comunicato odierno.

Il gruppo non ha specificato la natura dell'attacco né la sua origine, ma ha sottolineato che, secondo i risultati preliminari di un'indagine interna, non ha "causato grandi danni".

La vicenda avviene nel momento in cui Amag - che è il distributore ufficiale dei marchi della casa automobilistica tedesca Volkswagen - vuole lanciarsi nelle vendite on line. Questo nuovo canale di distribuzione dovrebbe essere attivo da marzo, ha riferito recentemente il giornale Handelszeitung.

L'importatore sta progettando uno "showroom" virtuale in cui presenterà 6500 veicoli nuovi e d'occasione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.