Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo ministro norvegese, Erna Solberg, ha avvertito il presidente del Brasile Michel Temer: se non frenerà la deforestazione in Amazzonia, il Paese scandinavo ridurrà le risorse economiche elargite al fondo per proteggere il polmone verde del Pianeta.

Il contributo norvegese "si basa sui risultati", ha detto Solberg al termine di un meeting con il presidente brasiliano a Oslo. "Se i dati preliminari sulla deforestazione del 2016 saranno confermati, ciò comporterà un pagamento ridotto nel 2017".

Nell'Amazzonia brasiliana, la più grande foresta pluviale al mondo, nel 2015 la deforestazione è tornata a crescere per la prima volta in un decennio. Stando all'Istituto nazionale per la ricerca spaziale del Brasile, tra l'agosto 2015 e il luglio 2016 l'abbattimento di alberi ha interessato 800mila ettari, a fronte dei 600mila ettari dell'anno precedente e dei 480mila dell'anno ancora prima.

SDA-ATS