Navigation

Amber Heard sotto accusa, 'picchiò sua sorella'

L'attrice americana Amber Heard KEYSTONE/EPA/WILL OLIVER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 luglio 2020 - 21:33
(Keystone-ATS)

Scricchiola la credibilità di Amber Heard al processo intentato a Londra da Johnny Depp contro il tabloid britannico Sun che lo aveva additato nel 2018 come un "picchiatore coniugale" proprio sulla base delle accuse a lui rivolte dall'attrice e sua ex moglie.

Incalzata dagli avvocati di Depp, il quale ha sempre negato di essere stato violento malgrado gli sbalzi d'umore causati dall'abuso di alcol e droga e ha anzi replicato di essere stato semmai aggredito fisicamente più volte dalla Heard, l'attrice americana è stata costretta oggi a guardare un video compromettente.

Nel video, tirato fuori dalla difesa di Depp, la Heard - che finora nel botta e risposta processuale ha ammesso di aver colpito l'ex marito "solo" una volta e solo per "autodifesa" - viene inchiodata all'accusa di aver percosso la sua stessa sorella, Whitney Henriquez. Che chiacchierando con alcuni amici nel filmato racconta in prima persona d'essere stata "malmenata" e si guarda il petto per controllare alcuni lividi.

Richiamata sul banco dei testimoni, Whitney ha provato oggi a negare, sostenendo di essersi limitata a ingigantire un po' con gli amici quella che sarebbe stata una lite "verbale" con la sorella. Ma gli avvocati ne hanno evidenziato le contraddizioni, ipotizzando una "menzogna" concertata tra sorelle nella precedente deposizione per nascondere l'immagine di Amber Heard come presunta donna violenta, più che come vittima.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.