Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Casa Bianca paladina degli oceani: il presidente Barack Obama ha sfidato oggi i repubblicani annunciando il piano per creare il più grande parco marino protetto nel Pacifico. "Possiamo proteggere gli oceani per le generazioni future", ha detto Obama ripromettendosi di usare la sua "autorità' di presidente" per proteggere "alcuni dei nostri più' preziosi panorami marini".

L'iniziativa presidenziale, contenuta in un video-messaggio inviato alla Conferenza sugli Oceani organizzata al Dipartimento di Stato dal Segretario di Stato John Kerry e a cui ha partecipato anche l'attore Leonardo di Caprio, dovrebbe entrare in vigore nei prossimi mesi dopo un periodo di consultazione da parte del pubblico: prevede tra l'altro la messa al bando dall'area protetta della pesca, l'esplorazione dei fondali a scopi energetici e altre attività nocive alla salute dell'ecosistema marino.

Il progetto della Casa Bianca interessa una vasta area del globo compresa tra Hawaii e Isole Samoa americane. Fa parte di una rinnovata spinta ambientalista di Obama per caratterizzare in toni "verdi" la legacy del suo secondo mandato. Inevitabile le proteste dell'opposizione repubblicana che già contesta al presidente di aver abusato delle prerogative del potere esecutivo governando l'America a colpi di decreti e dell'industria americana della pesca al tonno che opera nella zona.

SDA-ATS