Per oltre uno svizzero su due il cambiamento climatico è una ragione sufficiente per rimettere in questione il proprio stile di vita.

È di questa opinione il 54% degli interrogati dall'ultimo sondaggio Univox, realizzato dall'istituto di ricerca gfs-zürich tra agosto e settembre. Se le emissioni non dovessero diminuire abbastanza in fretta, il 41% dei partecipanti allo studio sarebbe d'accordo ad aumentare le tasse sul CO2. Un terzo (33%) si è invece pronunciato contro tale incremento, si legge in una nota odierna.

La metà della popolazione (49%) sostiene inoltre l'obbligo di sostituire i vecchi riscaldamenti a gasolio con dei sistemi più rispettosi dell'ambiente mediante un adeguato periodo transitorio. Il 53% vuole un ulteriore sostegno ai risanamenti edilizi che puntano sull'efficienza energetica.

L'inchiesta è particolarmente d'attualità, dato che oggi si aprirà la 24esima Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici a Katowice, in Polonia. Sul posto vi saranno i consiglieri federali Alain Berset e Doris Leuthard.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.