Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Non vi piace il presidente? Basta vincere le elezioni". All'indomani del voto in extremis con cui il Congresso americano ha posto fine allo shutdown ed evitato la catastrofe del default dello Stato federale, Barack Obama si toglie qualche sassolino dalla scarpa. Parlando alla nazione spiega che alla fine del drammatico braccio di ferro delle ultime settimane "non ci sono vincitori".

Ma il presidente americano, forte di un successo indiscutibile sull'ala più oltranzista dei repubblicani, lancia quello che più che un appello suona come un monito: "Basta minacciare il governo come fosse un nemico". Basta ricatti e ripicche senza costrutto e crisi politiche che bloccano l'attività delle istituzioni. "Bisogna lavorare insieme e adottare un approccio più equilibrato". Anche perché, sottolinea con forza, "i cittadini americani sono stufi" e "bisogna riconquistare la loro fiducia". Quella fiducia che è oramai crollata ai minimi storici, soprattutto nei confronti del Congresso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS