Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono 2000 e non 2600 i posti di lavoro che potrebbero sparire presso l'Amministrazione federale a seguito del tagli di 300 milioni di franchi chiesti dal Parlamento. Il Dipartimento federale delle finanze (DFF) ha corretto oggi la cifra indicata dalla consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf nell'intervista pubblicata ieri dalla "Schweiz am Sonntag". Secondo il portavoce del DFF Roland Meier, "al momento dell'autorizzazione dell'intervista non ci si è accorti dell'errore circa il numero di posti a rischio".

SDA-ATS