Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Ammodernate 580 stazioni svizzere entro il 2023

Saranno 580 le stazioni svizzeri a subire ammodernamenti entro il 2023.

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Entro il 2023 saranno ammodernate 580 stazioni svizzere, mentre altre 100 verranno adeguate dopo questa data.

È quanto comunica oggi l'Ufficio federale dei trasporti (UFT), che ha stabilito l'iter da seguire con le ferrovie e l'associazione che raggruppa le organizzazioni dei disabili.

Il programma nazionale di rinnovo comporterà spese per oltre tre miliardi di franchi e l'avvio di estesi cantieri, viene precisato in una nota. I lavori sono legati all'attuazione della legge sui disabili (LDis) e, secondo l'UFT, porteranno benefici a varie categorie di persone che usano i trasporti pubblici: quelle a mobilità ridotta, quelle costrette alle stampelle, gli anziani o semplicemente i passeggeri con molti bagagli.

L'obiettivo è quello di attuare le prescrizioni della LDis in tutte le stazioni e fermate ferroviarie nei tempi stabiliti e in maniera uniforme. Nel processo di elaborazione della pianificazione è intervenuta anche l'associazione dei disabili Inclusion Handicap. Attualmente, il 41% delle 1800 stazioni e fermate consente già un accesso autonomo ai sensi della legge in materia. La percentuale di viaggiatori che ne usufruisce è il 59%. Dopo il 2023, queste percentuali saliranno al 74% e all'81%. Nelle restanti strutture verranno offerti servizi sostitutivi, in genere sotto forma di assistenza da parte del personale.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.