Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due violente esplosioni si sono verificate stamane nei pressi della stazione ferroviaria di Ankara. Stando al ministro della Salute turco, Mehmet Muezzinoglu, i morti sono 86 e i feriti 186, di cui 28 gravi.

È probabile che l'attacco - si parla addirittura di due uomini-bomba che si sarebbero fatti esplodere - avesse come obiettivo la manifestazione pacifista odierna convocata per protestare contro la ripresa dei combattimenti tra l'esercito turco e i separatisti curdi nel sud-est del Paese. Gli organizzatori hanno annullato l'appuntamento.

Nel frattempo, il premier turco Ahmet Davutoglu ha convocato una riunione urgente sulla sicurezza nella sua residenza ufficiale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS