Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il passaggio di ieri di una nave da guerra russa con missili pronti al lancio sullo stretto del Bosforo è stato una "provocazione". Lo ha detto il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu.

Il passaggio della nave russa 'Caesar Kunikov', diretta nel Mediterraneo attraverso lo stretto di mare che divide Istanbul, ha suscitato polemiche in Turchia dopo che alcune tv avevano mostrato le immagini di un soldato con in spalla un lanciamissili terra-aria, apparentemente pronto all'uso.

Cavusoglu ha chiesto alla Russia di agire "in modo più maturo", sottolineando che finora la Turchia non ha bloccato il passaggio delle navi di Mosca attraverso il Bosforo, nel rispetto della convenzione di Montreux, ma che in futuro fornirà le "risposte necessarie a situazioni giudicate come una minaccia".

Le tensioni tra i due Paesi restano forti dopo l'abbattimento il 24 novembre scorso del jet Su-24 russo al confine turco-siriano da parte degli F-16 di Ankara.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS