Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

RAMALLAH - Il governo dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), riunito sotto la presidenza del premier Salam Fayyad, ha deciso oggi il rinvio a data da destinarsi delle elezioni amministrative nei Territori, già convocate per questa estate. Lo riferisce l'agenzia Maan.
La decisione non sorprende gli osservatori locali, poiché sull'organizzazione del voto continua a pesare la spaccatura fra l'Anp - che controlla la sola Cisgiordania ed è di fatto nelle mani di Al-Fatah, il partito laico che fa capo al presidente Abu Mazen (Mahmud Abbas) - e la fazione islamico radicale di Hamas. Quest'ultima aveva del resto fatto sapere da tempo che non avrebbe consentito lo svolgimento della consultazione nella Striscia di Gaza, dove essa ha preso il potere nel 2007 al culmine di un cruento conflitto interno.
Ragioni analoghe avevano già suggerito, nei mesi scorsi, il rinvio sine die delle elezioni presidenziali e legislative, inizialmente annunciate da Abu Mazen per lo scorso gennaio.

SDA-ATS