Navigation

App coronavirus dell'UE: chiesto collegamento con SwissCovid

Chiesto il collegamento con l'app dell'UE KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 agosto 2020 - 22:02
(Keystone-ATS)

L'app europea di tracciamento del coronavirus va collegata con quella svizzera denominata SwissCovid. Lo chiedono, in una lettera inviata alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, quattro parlamentari tedeschi della CDU.

Per combattere la pandemia è necessaria una risposta europea, perché il coronavirus non conosce confini, afferma la lettera, di cui l'agenzia Keystone-ATS possiede una copia. Il virus non fa differenza tra i Paesi dell'UE e altri Stati.

Nella lettera, l'eurodeputato Andreas Schwab e i suoi colleghi del Bundestag Andreas Jung, Felix Schreiner e Armin Schuster ricordano le decine di migliaia di frontalieri tedeschi che lavorano in svizzera. "Solo collegando le app è possibile rintracciare i contatti oltre confine", sostengono.

In un'intervista pubblicata sabato dalla Neue Zürcher Zeitung, l'ambasciatore uscente dell'Unione europea in Svizzera Michael Matthiessen ha detto che a bloccare il collegamento dell'app europea con quella svizzera sono motivi più politici che tecnici. Secondo Matthiessen, non essendoci un accordo bilaterale sulla sanità, non ci sono le basi legali per associare le due applicazioni. E un'intesa sulla salute dipende a sua volta da un accordo quadro istituzionale.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.