Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LOS ANGELES - Il volto, la voce e persino il battito del cuore: sono le caratteristiche uniche di un individuo che i dispositivi della Apple come l'iPhone e l'iPad useranno per identificare chi li sta usando. La novità è stata rivelata dall'Ufficio brevetti e marchi registrati degli Stati Uniti, dove la casa di Cupertino ha brevettato una tecnologia per garantire la sicurezza dei propri utenti.
Il brevetto, si legge sul sito web dell'Ufficio, si chiama "Sistemi e metodi per identificare utenti non autorizzati di dispositivi elettronici". Il funzionamento è semplice: il sistema "può confrontare la fotografia, il suono della voce e il battito cardiaco di un utente con quelli già registrati e appartenenti al legittimo proprietario del dispositivo. Se non combaciano, l'utente attuale è riconosciuto come non autorizzato".
La violazione può quindi essere notificata al proprietario o alla polizia in diversi modi, ad esempio via e-mail o sms, inviando anche la foto del presunto ladro e la sua posizione geografica, mentre l'accesso al dispositivo viene limitato o bloccato in remoto.
Il sistema consentirebbe di garantire una maggiore sicurezza di iPhone e iPad, e dei dati che contengono, tranquillizzando tutti gli utenti, ma soprattutto quelli che usano questi prodotti per lavoro.
Stando al documento, tuttavia, i dispositivi potrebbero identificare come utente non autorizzato anche chi esegue "attività particolari", come sbloccare il terminale o rimuovere la Sim Card. In questo modo Apple potrebbe risalire a chi adotta pratiche sconsigliate dall'azienda o vietate dal contratto d'utilizzo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS