Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il futuro del marketing e del commercio elettronico potrebbe tener conto delle reali possibilità di acquisto del singolo utente.

In una richiesta di brevetto depositata la settimana scorsa negli Stati Uniti, Apple ha proposto un nuovo sistema che usa lo smartphone per veicolare pubblicità mirata in base al saldo delle carte di credito e di debito. Gli utenti potranno scegliere se ricevere questo tipo di inserzioni, ottenendo in cambio vantaggi sulla bolletta o sull'acquisto del telefono.

Nel brevetto si ipotizzano vari funzionamenti del sistema. Tra le possibilità contemplate, quella di proporre pubblicità di beni dal costo che non superi il 90% della liquidità dell'utente, lasciando un 10% di margine sulla carta; una visualizzazione delle inserzioni che contrassegni quelle di prodotti che l'utente è in grado di acquistare; oppure una divisione della pagina con i beni acquistabili posizionati in alto e quelli troppo costosi in basso.

Il brevetto, che ovviamente potrebbe non essere sfruttato da Apple, sembra in contraddizione con quanto più volte affermato dal Ceo di Cupertino, Tim Cook, in merito alla volontà di non vendere le informazioni sugli utenti agli inserzionisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS