Navigation

Arabia Saudita: "arrestato" avvoltoio, "è spia di Israele"

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 gennaio 2011 - 19:09
(Keystone-ATS)

RIAD - Un grande avvoltoio, sospettato di essere una spia di Israele, è stato "arrestato" in Arabia saudita. Lo riferiscono alcuni media, citati dalla BBC online.
L'avvoltoio, un Grifone con una capacità alare di circa tre metri, è stato catturato dopo essersi posato nella città di Hyaal alcuni giorni fa. Alcuni abitanti hanno scoperto che portava un trasmettitore GPS con il marchio dell'Università di Tel Aviv e hanno avvertito le forze di sicurezza, i cui sospetti si sono subito trasformati in una teoria del complotto sui media e i siti internet sauditi, secondo il quotidiano israeliano Maariv.
Funzionari israeliani hanno detto al Maariv di essere "stupefatti" per le accuse e di temere che all'uccello venga inflitta un'orribile punizione da parte della giustizia saudita, notoriamente severa. Anche l'ente per la protezione degli animali israeliano si è detto preoccupato per la sua sorte. "Il GPS non fa altro che incamerare e conservare dati sugli spostamenti dell'uccello e sull'altitudine e la velocità del suo volo", ha spiegato un esperto.
Il mese scorso funzionari egiziani avevano implicitamente accusato il Mossad per gli attacchi di squali a Sharm-el Sheikh.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?