Navigation

Arafat: esperti russi confermano, non fu avvelenato

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 dicembre 2013 - 11:51
(Keystone-ATS)

Gli esperti russi incaricati di analizzare i campioni prelevati dai resti del leader palestinese Yasser Arafat sono giunti alla conclusione che sia morto per cause naturali escludendo qualsiasi avvelenamento da polonio.

Lo ha detto oggi il capo dell'agenzia che ha condotto le analisi. Anche esperti francesi erano giunti alla stessa conclusione, mentre esami svizzeri avevano evidenziato una quantità anomala di polonio 210.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?