Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'architetto brasiliano Paulo Mendes da Rocha, in una foto del 2006.

/AP PAULO MENDES DA ROCHA/ANA OTTONI

(sda-ats)

È stato attribuito al brasiliano Paulo Mendes da Rocha il Leone d'Oro alla carriera della 15esima Mostra internazionale d'architettura della Biennale di Venezia - Reporting from the front.

Tra le motivazioni si segnala "la straordinaria qualità della sua architettura che risiede nella durevolezza. A molti decenni dalla loro costruzione tutti i suoi progetti resistono alla prova del tempo, sia dal punto di vista stilistico che fisico."

"Questa coerenza, che può derivare dalla sua integrità ideologica e dalle sue capacità in campo strutturale, fa di Paulo Mendes da Rocha un provocatore anticonformista e allo stesso tempo un appassionato realista. I suoi campi di interesse vanno al di là dell'architettura in ambiti politici, sociali, geografici, storici e tecnici."

Il ruolo che egli ha giocato per molte generazioni di architetti in Brasile, in America Latina e in ogni altro luogo è quello di una persona capace di unirsi a imprese condivise e collettive, e anche di attrarre gli altri a combattere per la causa del miglioramento dell'ambiente edificato".

Il riconoscimento a Paulo Mendes da Rocha sarà consegnato il 28 maggio a Cà Giustinian, nel corso della cerimonia di premiazione e inaugurazione della 15esima Mostra, che aprirà al pubblico nello stesso giorno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS