Navigation

Argentina, 300 miliardi dollari di attivi fuori dal sistema

I risparmiatori si muovono per proteggersi dall'inflazione. KEYSTONE/AP/NATACHA PISARENKO sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 settembre 2019 - 16:30
(Keystone-ATS)

Gli attivi che gli argentini posseggono in euro o dollari fuori dal sistema finanziario locale (a casa, nelle cassette di sicurezza o in investimenti all'estero) ha superato il livello di 300 miliardi di dollari.

Ciò rappresenta l'85% dell'attuale Prodotto interno lordo (Pil) del Paese, stimato a 350 miliardi di dollari. Questa cifra fornita dall'Indec, l'ufficio statistico argentino, per il secondo trimestre 2019, spiega oggi il quotidiano Clarin, è il prodotto di un mix di denaro dichiarato o no, ed è cresciuta fino a raggiungere i 304,5 miliardi di dollari. Nel 2009 questo ammontare era di 146,3 miliardi di dollari e quattro anni fa aveva già raggiunto i 222,5 miliardi.

La statistica, avverte poi il giornale, dovrebbe essere ora ulteriormente cresciuta perché non tiene conto di quanto avvenuto dopo che l'11 agosto scorso si sono svolte le primarie (Paso).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.