Navigation

Argentina: Menem a 90 anni risposa la prima moglie Zulema

L'ex presidente dell'Argentina Carlos Menem (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/Natacha Pisarenko sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 luglio 2020 - 11:27
(Keystone-ATS)

Non avrà le caratteristiche di una 'love story' in piena regola, ma l'annuncio che l'ex presidente argentino Carlos Menem (1989-1999) ha deciso di risposarsi la settimana prossima con la sua prima moglie, Zulema Yoma.

La notizia, a 30 anni dal loro burrascoso divorzio, riempie in questi giorni le pagine della 'cronaca rosa' di tutta l'Argentina.

Con 90 anni festeggiati il 2 luglio scorso, e con una salute piuttosto malferma che lo ha portato a vari ricoveri nelle ultime settimane, l'attuale senatore peronista per la provincia di La Rioja, ha deciso di sanare una ferita affettiva per ridare significato ad un matrimonio celebrato nel 1966 e da cui sono nati due figli, Carlitos, morto in un incidente di elicottero mai totalmente chiarito, e Zulemita, che alla fine dell'anno compirà 50 anni.

Carlos conobbe la sua futura sposa Zulema (che oggi ha 77 anni) a Damasco nel 1964, e quell'incontro, non privo di interessi economici, permise di rafforzare la relazione fra due famiglie - i Menem e gli Yoma - che segnarono la storia dell'Argentina negli ultimi 30 anni del secolo scorso.

La relazione terminò nel 1990, quando l'allora ospite della Casa Rosada, la cacciò letteralmente dalla residenza presidenziale di Olivos, insieme ai due figli.

La notizia del nuovo matrimonio civile è stata rivelata dall'avvocato Darío D'Alessandro nel programma TN Show con queste parole: "Carlos Menem si sposa la settimana prossima con Zulema Yoma. Lei le è stato molto vicino negli ultimi tempi. Hanno preso un appuntamento all'anagrafe e un giudice li sposerà nella casa dell'ex presidente che ha 90 anni e ha avuto problemi di salute".

Curiosamente la notizia del matrimonio è stata resa nota proprio quando la seconda moglie di Menem, la cilena Cecilia Bolocco, ha annunciato il suo nuovo matrimonio a Santiago con l'uomo d'affari José 'Pepo' Daire.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.