Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Tra oggi e domani a Parigi e in numerose città della Francia si terranno una serie di celebrazioni per commemorare il 95/o anniversario dei massacri degli Armeni tra il 1915 ed il 1917 ai tempi dell'impero ottomano.
Alcuni Paesi, tra cui la Francia, hanno riconosciuto che si è trattato di un genocidio. Ankara ha sempre negato questa tesi sostenendo che, al massimo, i morti armeni in quel periodo sono stati tra i 300.000 e i 500.000 e, comunque, causati non da uno sterminio premeditato ma da una guerra civile che ha fatto migliaia di vittime anche fra i turchi.
Nella capitale francese, si terrà nel pomeriggio di oggi una sfilata lungo gli Champs Elysees fino all'Arco di Trionfo, dove verrà ravvivata la fiamma sulla tomba del milite ignoto in presenza del cantante di origine armena Charles Aznavour e di numerose personalità politiche e del mondo della cultura.
La comunità armena in Francia da tempo preme sul governo transalpino affinché sia approvata la legge che condanna la negazione del genocidio da parte della Turchia, votata dall'Assemblea nazionale nel 2006 ma attualmente bloccata in Senato.

SDA-ATS