Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan non ha preso bene il voto tedesco sul genocidio armeno.

KEYSTONE/EPA/DAI KUROKAWA

(sda-ats)

"Questa decisione avrà un impatto molto serio sulle relazioni tra la Turchia e la Germania". Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyp Erdogan, a margine di una sua visita di Stato in Kenya.

Il richiamo dell'ambasciatore, ha aggiunto Erdogan, è stato "il primo passo", visto che l'intenzione è intraprendere nuove misure contro il governo tedesco.

Duro anche il primo ministro turco, Binali Yildirim, secondo cui la mossa del Parlamento tedesco "è stata un errore storico".

Merkel, con Turchia forti legami, idee diverse

"La Germania ha con la Turchia legami estesi e forti, malgrado abbiamo differenti idee su alcune questioni". Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, assente al voto sul genocidio armeno perché impegnata in una conferenza stampa congiunta con il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg.

Quindi, replicando all'ira di Ankara, Merkel ha aggiunto che "le vedute diverse su alcuni problemi fanno parte della cultura democratica".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS