Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presunto autore della rapina di martedì contro una filiale della Banca cantonale argoviese a Lupfig (AG) è stato arrestato ieri in Ticino, più precisamente a Colla. L'uomo, un 52enne svizzero che ha agito a volto scoperto, è sospettato anche di rapine in altre due banche a Sins (AG) e a Steinhausen (ZG).

A causa della sua pericolosità, il fermo è stato eseguito dagli uomini del Gruppo di intervento del Reparto interventi speciali (RIS), indica oggi la polizia ticinese in una nota. Gli agenti ticinesi sono intervenuti su richiesta della polizia argoviese, che ha pubblicato su internet una foto del ricercato e ha ricevuto diverse segnalazioni dalla popolazione.

Il fermato è stato consegnato al Ministero pubblico di Brugg-Zurzach (AG), ma secondo la polizia argoviese non è ancora stato interrogato. Gli inquirenti argoviesi lo ritengono responsabile di tre rapine in banca, tutte con un bottino di diverse migliaia di franchi, messe a segno negli ultimi quattro mesi.

In tutti e tre i casi l'uomo è stato fotografato dalle telecamere di sorveglianza con un cappello da baseball, ma a volto scoperto e senza guanti e con una pistola alla cintura. I precedenti colpi hanno interessato, alla fine di ottobre, la filiale della Banca Raiffeisen a Sins (AG) e, agli inizi di gennaio, la filiale del medesimo isitituto a Steinhausen (ZG).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS