Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Aryzta ha registrato un utile netto in calo del 2,4%, a 141,1 milioni di euro (154,3 milioni di franchi) nel primo semestre dell'esercizio 2015/2016.

Nello stesso periodo, che si è chiuso alla fine di gennaio, sono invece migliorate le vendite del gruppo zurighese di panetterie industriali.

Il fatturato ha fatto un balzo in avanti del 5,5% a 1,96 miliardi d'euro rispetto all'analogo periodo precedente 2014/2015, ha precisato stamani Aryzta. Il gruppo ha in particolare beneficiato di effetti da cambio positivi del 5%. La crescita organica, ritornata positiva, e le acquisizioni hanno contribuito rispettivamente con un +0,2% e un +0,3%.

Il risultato operativo (a livello EBITA) è migliorato del 2,7% a 230,8 milioni di euro. La crescita deriva principalmente dalla divisione alimentazione (Food) in Europa che ha registrato un progresso dell'utile (prima della deduzione di interessi, imposte e ammortamento dell'avviamento) del 6,8% a 105,4 milioni di euro.

L'America del nord è rimasta stabile (+0,1%) a 113,1 milioni di euro, mentre nel resto del mondo il risultato è calato del 6,8% a 12,3 milioni. I risultati pubblicati oggi sono in linea con le attese degli analisti.

Per quanto riguarda il futuro, i dirigenti del gruppo sono prudenti e per l'esercizio 2015/2016 puntano su un utile per azione tra 3,65 e 3,85 euro.

Aryzta, che opera a livello mondiale, è nata nel 2008 dalla fusione dell'irlandese IAWS e del gruppo argoviese Hiestand. L'anno scorso ha rilevato il distributore francese di prodotti surgelati Picard.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS