Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - La Confederazione dovrebbe destinare 5 miliardi di franchi l'anno per gli asili nido e le altre strutture di custodia extra-famigliare dei bambini. Lo chiede una petizione del Sindacato svizzero dei servizi pubblici (SSP/VPOD) e dell'Associazione svizzera strutture d'accoglienza per l'infanzia (ASSAI), consegnata oggi a Berna alla Cancelleria federale.
Lanciata lo scorso 31 agosto, la petizione ha raccolto 10'000 firme, essenzialmente negli asili nido, hanno indicato in una nota i promotori.
I 5 miliardi di franchi corrispondono all'1% del prodotto interno lordo (PIL), sottolineano SSP/VPOD e ASSAI, ricordando che si tratta dell'obbiettivo prefissato sia dall'Unione europea che dall'Organizzazione per la cooperazione che lo sviluppo economico (OCSE) e dall'UNICEF.
I promotori della petizione giudicano "inaccettabile" la decisione del Consiglio federale di ridurre da 140 a 80 milioni di franchi il credito riservato al programma di sostegno agli asili nido.
Per SSP/VPOD e ASSAI, in futuro il numero di bambini custodito da terzi è destinato ad aumentare. Ritengono quindi necessario consacrare più mezzi al miglioramento della qualità di questa accoglienza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS