Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Pur accogliendo favorevolmente un riorientamento del settore dell'asilo, il Governo grigionese formula critiche sul progetto di revisione della relativa legge federale: in particolare l'esecutivo chiede di stralciare il diritto a una consulenza giuridica gratuita per i richiedenti e di migliorare gli strumenti per l'allontanamento delle persone la cui domanda è stata bocciata.

L'idea di fondo del progetto, che mira ad accelerare la procedura d'asilo, piace al Governo retico, indica un comunicato della Cancelleria dello Stato.

Il diritto a una consulenza e rappresentanza giuridiche gratuite non rischia solo di produrre un "aumento indesiderato dell'attrattiva della Svizzera" ma anche di generare "un'ulteriore regolamentazione delle procedure di asilo".

Per migliorare l'allontanamento l'esecutivo grigionese suggerisce di stabilire "chiari motivi d'incarcerazione che permettano ai Cantoni incaricati dell'esecuzione di ordinare misure coercitive".

Procedure più veloci da sole non garantiscono una migliore esecuzione degli allontanamenti, sottolinea il Governo. Piuttosto, la quota dei richiedenti l'asilo legalmente respinti ma che resteranno comunque in Svizzera aumenterà sensibilmente. Crescerà così il rischio che progrediscano massicciamente i costi per l'aiuto d'urgenza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS