Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In agosto sono state registrate in Svizzera 3899 domande d'asilo, un numero quasi uguale a quello di luglio (3896). Calati di un quarto i cittadini eritrei, mentre aumentano afghani, siriani e iracheni.

Sinora comunque le ripercussioni sulla Svizzera dei moti migratori attraverso gli Stati del sud-est europeo sono state modeste, fa sapere in un comunicato la Segreteria di Stato della migrazione (SEM).

Nei primi otto mesi dell'anno 19'668 persone hanno presentato una domanda d'asilo, mentre nell'insieme degli Stati UE/AELS, da gennaio a luglio sono state circa 550'000 (gennaio‐luglio 2014: 304'000).

I principali Paesi di provenienza dei richiedenti asilo in Svizzera sono stati l'Eritrea (1610), Afghanistan (461), la Siria (401), l'Iraq (180), la Somalia (118) e lo Sri Lanka (106).

La rotta migratoria attraverso la Turchia, la Grecia e i Balcani ha acquisito un'importanza crescente fino a diventare nel 2015 la principale via di fuga verso l'Europa occidentale, rileva la SEM.

La Svizzera non è il principale Paese di destinazione dei migranti che utilizzano questa rotta. Di conseguenza l'aumento delle domande in Svizzera continua a essere moderato in confronto al resto dell'Europa. Per il nostro Paese continua a rivestire un'importanza cruciale la rotta marittima attraverso il Mediterraneo centrale fino alle coste dell'Italia meridionale.

Sempre in agosto la SEM ha liquidato in prima istanza 2095 domande d'asilo, di cui 649 con una decisione di non entrata nel merito emanata in virtù dell'Accordo Dublino: 462 persone hanno ottenuto asilo e 584 sono state ammesse provvisoriamente. Il numero dei casi in giacenza in prima istanza è salito di 1922 unità (+11%) attestandosi a 19'207.

Nel mese in rassegna 657 richiedenti hanno lasciato la Svizzera, 39 in meno (-6%) rispetto al mese precedente. Nel medesimo periodo, la Svizzera ha chiesto ad altri Stati Dublino la presa a carico di 2053 persone e 130 sono state trasferite nello Stato Dublino competente. Dal canto suo, la Svizzera ha ricevuto 215 domande di presa a carico e 32 persone sono state trasferite in Svizzera.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS