Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il numero di domande d'asilo in Svizzera resta elevato nel secondo trimestre del 2012: con 7250 casi è superiore dell'1,8% rispetto ai primi tre mesi dell'anno, ma supera del 34,2% il numero delle domande depositate nel periodo aprile-giugno 2011. Lo comunica oggi l'Ufficio federale della migrazione (UFM), precisando che in netto aumento sono anche le partenze.

Il principale paese di provenienza per il trimestre in rassegna resta l'Eritrea con 1275 domande (+124 domande, +10,8%), seguita da Nigeria (674 domande, -3, -0,4%) e Tunisia (611 domande, -53, -8,0%), precisa l'UFM.

In totale sono state trattate in prima istanza 6099 richieste d'asilo, ossia l'11,3% in meno del trimestre precedente. Le domande pendenti sono aumentate dell'11,4% a 15'927 rispetto ai primi tre mesi dell'anno.

Nel secondo trimestre, 3289 persone hanno lasciato la Svizzera in aereo sotto la sorveglianza delle autorità, facendo registrare una progressione del 43% rispetto allo stesso periodo del 2011. Di queste persone 1178 sono state trasferite in un altro Stato firmatario del trattato di Dublino (il 33,1 % in più rispetto al secondo trimestre del 2011). La maggior parte, ossia 757 persone, sono state trasferite in Italia (-8,7%), sottolinea l'UFM.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS