Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente Bashar Assad

KEYSTONE/AP SANA/UNCREDITED

(sda-ats)

La guerra in Siria sarà presto vinta. Lo ha detto il presidente Bashar al Assad parlando in un'intervista al network americano Nbc alla vigilia della visita del segretario di Stato Usa John Kerry a Mosca.

Citato dall'agenzia Sana controllata dal governo, Assad ha affermato che "negli ultimi tempi l'esercito siriano (governativo) è avanzato molto". E per la vittoria "non ci vorrà più di qualche mese".

Assad ha riconosciuto il sostegno "cruciale" da parte dell'alleato russo. Con Mosca, afferma il raìs, l'intesa non è basata su "accordi" ma su "valori".

Sul ruolo degli Usa nella "lotta al terrorismo", Assad considera non efficaci i raid "illegali" americani mentre elogia quelli "legali" compiuti dai russi. "La realtà - ha detto - è che da quando sono cominciati i bombardamenti americani, il terrorismo si è allargato e prevaleva. Si è ridotto solo quando sono intervenuti i russi".

Questo, per Assad, è dovuto al fatto che gli Stati Uniti non vogliono sconfiggere il terrorismo bensì "usare i terroristi per far cadere il governo in Siria". E sul duello tra Donald Trump e Hillary Clinton per la Casa Bianca, Assad ha detto che i presidenti americani vanno giudicati una volta eletti e non durante la loro campagna elettorale: "Una volta eletti - ha detto - cominciano a cambiare".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS