Navigation

Assad: sventeremo il "complotto" a qualunque prezzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 agosto 2012 - 17:40
(Keystone-ATS)

La Siria continuerà a battersi per fermare "il complotto messo in atto contro di me". Lo ha detto il presidente Bashar al-Assad secondo quanto riferisce la tv di stato.

"Il popolo siriano non permetterà al complotto di avere successo e di raggiungere i suoi obiettivi" e lo sconfiggerà "a qualunque prezzo", ha promesso il presidente durante un colloquio con un emissario iraniano ricevuto oggi a Damasco.

"Essendo la Siria una pietra angolare nella regione, le forze straniere prendono di mira la Siria per portare al successo il loro complotto in tutta la regione - ha aggiunto Assad - Ma la Siria continuerà nella sua strategia di resistenza a dispetto della collaborazione tra i Paesi occidentali e alcuni Stati della regione per farle cambiare posizione".

Dall'inizio della rivolta, 17 mesi fa, il regime di Damasco accusa i ribelli che affrontano l'esercito regolare di essere "terroristi armati" al soldo degli stranieri. Accusa inoltre Paesi come l'Arabia Saudita, il Qatar e la Turchia di finanziarli e di armarli per seminare il caos nel Paese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?