Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Accordo tra Barack Obama e John McCain sugli aiuti ai ribelli, pur di ottenere il via libera sul raid a Capitol Hill. Sembra questo l'asse politico lungo il quale la Casa Bianca sta cercando una difficile via d'uscita dall'intricata vicenda siriana.

Dopo il voto in Commissione, nel complimentarsi con il Senato, la Casa Bianca, per la prima volta mette nero su bianco che tra gli obiettivi dell'intervento armato americano c'è anche "una strategia più ampia di rafforzamento dell'opposizione per accelerare una transizione politica in Siria".

Una svolta, tenuto conto che sinora Obama, in modo netto, ha sempre sottolineato che gli Stati Uniti non intendono prendere alcuna parte nel conflitto tutto interno alle fazioni di Damasco, osservando che il destino della Siria deve essere deciso dai siriani. Ma era il segno che qualcosa si era già mosso nella strategia generale tra i palazzi di Washington.

Non è un caso che poche ore prima di questa apertura da parte dell'amministrazione, John McCain era riuscito a inserire nel testo della risoluzione parlamentare un passaggio che rende più drastico il raid e i suoi obbiettivi.

In particolare, l'emendamento proposto dall'ex sfidante di Obama nel 2008 sottolinea che l'attacco americano "punta a cambiare le dinamiche sul campo di battaglia in Siria". Più o meno le stesse parole appena usate dalla Casa Bianca.

Del resto, basta vedere i numeri e si capisce quanto questo passaggio sia cruciale per tutta la trattativa tra Amministrazione e i repubblicani: oggi il testo è passato con 10 si e 7 no. Tra i favorevoli tre repubblicani. Ma soprattutto proprio McCain e un senatore a lui molto vicino, anche lui eletto in Arizona, Jeff Flake. Senza di loro, la mozione sarebbe stata bocciata con 8 si e 9 no. E sarebbe stato un disastro per Barack Obama, soprattutto alla vigilia di un difficile G20, in cui il Presidente farà di tutto per allargare il fronte interventista nei confronti di Assad.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS