Navigation

Assemblea delegati PS: Levrat, sinistra si è globalmente rafforzata

Nonostante le perdite subite dal PS, secodo Levrat la sinistra si è globalmente rafforzata in Parlamento KEYSTONE/PETER SCHNEIDER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2019 - 16:07
(Keystone-ATS)

Riuniti oggi in assemblea, i delegati del PS svizzero hanno fatto un primo bilancio delle recenti elezioni federali. Nonostante le perdite subite dal partito, il presidente dei socialisti Christian Levrat ha voluto guardare avanti.

A suo avviso la sinistra, grazie al successo dei Verdi, si è globalmente rafforzata, ciò che è "incoraggiante per la nuova legislatura".

Secondo Levrat, che si esprimeva per la 44esima e ultima volta davanti ai delegati, "progressi considerevoli" sono possibili fino al 2023 negli ambiti del clima, delle pensioni, dei premi delle casse malattia e dell'Europa. Il popolo ha votato il "parlamento più progressista degli ultimi decenni", ha aggiunto.

Alle elezioni federali il PS ha raggiunto il suo obiettivo, ovvero quello di spezzare la maggioranza di destra (PLR-UDC) alle Camere federali. Tuttavia, al fine di mobilitare tutti gli elettori di sinistra, il PS ha confuso le sue posizioni con quelle dei Verdi. Ed è logico, secondo Levrat, che gli ecologisti in veste di partito più "trendy" abbiano raccolto i frutti del successo.

Verdi: partner o rivali?

Ora è centrale, ha sottolineato il presidente del PS, un chiarimento sulle relazioni con i Verdi: "si tratta di un partner nel campo progressista o di rivali in una sinistra pluralista e mutata? Probabilmente le due cose". Secondo Levrat, i Verdi sono alleati e concorrenti al tempo stesso.

Il consigliere agli Stati friburghese ha ammesso che i risultati delle elezioni federali - 4 seggi in meno al Nazionale e tre in meno agli Stati - sono stati deludenti per il partito e devono ora essere elaborati. "Il nostro calo è ancor più doloroso perché ci ha sorpresi", ha aggiunto. "Gli elettori che ci hanno votato si attendono dal PS una politica più ecologica, sociale e solidale per la Svizzera".

Levrat discreto sull'11 dicembre

Per quanto riguarda l'elezione del Consiglio federale del prossimo 11 dicembre, Levrat si è limitato a dire che "spetta al gruppo parlamentare del PS decidere la strategia".

Chi si attendeva che il consigliere agli Stati socialista svelasse già oggi la tattica del PS, è rimasto deluso. Levrat non ha dato raccomandazioni sulla candidata dei Verdi Regula Rytz, ma ha semplicemente ribadito: "l'UDC e il PLR non hanno più la maggioranza in Parlamento, perché dovrebbero averla il Consiglio federale?".

Levrat, che ha recentemente annunciato che non si ripresenterà a alla carica di presidente nella prossima primavera, ha solamente aggiunto: "perché il PPD, che si vanta di essere l'ago della bilancia alle Camere federali, non vuole giocare questo ruolo anche in Governo?".

Sommaruga, creare impieghi con clima

Dal canto suo, intervenendo durante l'assemblea, la consigliera federale Simonetta Sommaruga si è detta convinta che con una sapiente politica climatica si possano creare nuovi posti di lavoro e rafforzare il servizio pubblico.

Dopo le elezioni federali di ottobre caratterizzate dalle tematiche ambientali, la politica in questo ambito deve fare passi avanti, ha spiegato Sommaruga. Occorre dimostrare alla popolazione, che non solo l'ambiente ne beneficia, "bensì tutti ne possono trarre profitto".

La ministra dell'ambiente ha vantato in particolare i meriti dell'energia pulita prodotta in Svizzera. "Ciò fa parte di una politica climatica credibile. Il potenziale c'è ed è enorme". La spina dorsale della distribuzione di energia in Svizzera rimangono le centrali idroelettriche, ha rilevato.

Critiche dai giovani

La consigliera federale ha inoltre ricordato ai delegati che le discussioni all'interno del partito sono necessarie, se si vuole che il PS "faccia bene i suoi compiti". Ciò significa "trovare maggioranze per fare avanzare il Paese".

Nella sala però non sono mancate critiche ai vertici, in particolare dai giovani del partito. La presidente della Gioventù socialista Ronja Jansen ha dichiarato che il PS deve fare un esame di coscienza e ritornare ai valori fondamentali quali la giustizia sociale.

Vari delegati hanno poi deplorato come il partito si stia sempre più allontanando dai lavoratori. Uno di questi, il giovane installatore elettrico e politico bernese Martin Schwab ha dichiarato che è proprio per questo motivo che intende candidarsi alla successione di Levrat il prossimo aprile.

Raccomandazioni di voto

Oggi i delegati del PS hanno pure espresso le loro raccomandazioni sui due oggetti in votazione il prossimo 9 febbraio: con 155 voti senza opposizioni, hanno detto "sì" all'iniziativa popolare "Più abitazioni a prezzi accessibili" e, con 165 voti senza opposizioni, hanno invitato i cittadini a sostenere la modifica del Codice penale e del Codice penale militare riguardante la discriminazione e l'incitamento all'odio basati sull'orientamento sessuale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.