Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I delegati del Partito evangelico svizzero (PEV), riuniti oggi in assemblea a Oberburg (BE), invitano a respingere il raddoppio della galleria autostradale del San Gottardo, su cui il popolo elvetico sarà chiamato a pronunciarsi probabilmente in febbraio.

Nella riunione, voluta per delinearsi in vista delle elezioni federali di ottobre, il PEV si è pure espresso contro l'"Iniziativa per l'attuazione" dell'espulsione degli stranieri criminali e contro la Legge sulla medicina della procreazione (LPAM), su cui gli svizzeri si pronunceranno a medio termine.

"Una volta che i due tubi saranno disponibili, la circolazione avverrà su due corsie in ciascuno di essi", ha affermato la consigliera nazionale Maja Ingold (ZH), mettendo in guardia contro un "raddoppio del traffico sull'asse nord-sud". I suoi argomenti sono stati seguiti da 108 delegati, contro 25 che hanno invece sostenuto la necessità di un secondo traforo.

La presidente del PEV e consigliera nazionale Marianne Streiff (BE) ha invitato i delegati a respingere l'iniziativa "Per l'attuazione dell'espulsione degli stranieri che commettono reati (Iniziativa per l'attuazione)" sostenendo che le sue rivendicazioni sono già applicate. L'assemblea l'ha seguita senza opposizioni.

Il PEV dal primo di settembre sta raccogliendo le firme per il referendum contro la LPAM, che regola a livello di legge la diagnosi preimpianto (DPI) sugli embrioni umani. Il relativo articolo costituzionale è stato accolto dal 61,9% dei votanti e da 20 Cantoni lo scorso 14 giugno. Bisogna bocciare questa legge perché prevede la selezione e l'eliminazione di vite giudicate indegne, ha dichiarato Streiff.

Per la presidente queste tre indicazioni di voto illustrano i temi chiave del partito, ossia la sostenibilità, la giustizia e la dignità dell'uomo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS