Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Partito socialista svizzero non vuole un secondo tubo autostradale al San Gottardo. Riuniti oggi a San Gallo i delegati hanno raccomandato all'unanimità di respingere la modifica della legge federale sul transito stradale nella regione alpina, il 28 febbraio.

La costruzione di una seconda galleria metterebbe in pericolo la politica elvetica dei trasporti e la redditività delle nuove linee ferroviarie alpine, secondo i delegati. Inoltre la denominazione ufficiale del progetto è ingannevole, in quanto lascia credere che un "no" alla revisione significherebbe anche un "no" al risanamento del tunnel esistente.

Il PS appoggia quindi il referendum contro la modifica di legge, che "inghiottirà un budget di parecchi miliardi di franchi". Un nuovo tubo porterebbe a un aumento del traffico, a code di vetture e incidenti, e affosserebbe la politica di trasferimento delle merci dalla gomma alla rotaia, voluta dal popolo.

I delegati PS hanno anche raccomandato, con 128 voti a 1 e un'astensione, di respingere l'iniziativa del PPD "Per il matrimonio e la famiglia - No agli svantaggi per le coppie sposate", sulla quale pure si voterà a febbraio. Per i socialisti la concezione tradizionalista del matrimonio, difesa dall'iniziativa, è inaccettabile in quanto esclude le coppie omosessuali.

All'unanimità i delegati hanno poi raccomandato di respingere l'iniziativa dell'UDC "Per l'attuazione dell'espulsione degli stranieri che commettono reati". La norma costituzionale proposta - secondo il PS - spazza via i diritti fondamentali garantiti dalla Costituzione e viola tanto la Convenzione europea dei diritti dell'uomo quanto l'Accordo sulla libera circolazione. Il testo UDC "tradisce un disprezzo puro e semplice della dignità umana".

Infine i delegati, anche qui all'unanimità, invitano ad accettare l'iniziativa "Contro la speculazione sulle derrate alimentari", promossa da Gioventù socialista, PS, Verdi e enti umanitari. Essa esige il divieto di certe operazioni speculative sui prodotti agricoli e chiede alla Confederazione di mobilitarsi a livello internazionale per lottare contro la speculazione sulle derrate alimentari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS