Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

STANS - Secondo i delegati dell'UDC riuniti in assemblea a Stans, per assicurare il futuro energetico del paese vanno realizzate due nuove centrali nucleari. Solo con l'energia eolica e solare non sarà possibile in futuro soddisfare tutti i bisogni quando nei prossimi anni verranno chiuse le tre centrali più vecchie oggi in funzione.
Durante l'assemblea - che ha come tema principale la futura politica energetica della Svizzera - il consigliere nazionale Hans Killer (AG) ha difeso l'attuale sistema di produzione di elettricità, proveniente per il 55% da centrali idroelettriche e per il 44% da centrali atomiche. "Per garantire l'approvvigionamento interno abbiamo bisogno di mantenere sufficienti capacità produttive", ha dichiarato il deputato.
Dubbi sono stati espressi sulle energie rinnovabili quanto alla loro efficacia. Per Killer, in Svizzera non sussistono le condizioni ideali per produrre energia a sufficienza facendo capo al solare o alla forza del vento.
Quando le centrali di Beznau di 1 e 2, nonché Mühleberg, verranno spente, potrà essere garantita energia a sufficienza solo con due nuove centrali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS