Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I delegati dell'Unione democratica di centro hanno respinto oggi a larga maggioranza l'iniziativa "Stop alla sovrappopolazione - sì alla conservazione delle basi naturali della vita" dell'associazione Ecopop, in votazione il 30 novembre.

I delegati, riuniti a Unterägeri (ZG), hanno detto di condividere i timori relativi a un'eccessiva immigrazione, ma seguendo le raccomandazioni del capogruppo in parlamento Adrian Amstutz, non hanno voluto "giocare con il fuoco".

Amstutz ha ricordato che non bisogna indebolire l'iniziativa UDC contro l'immigrazione di massa, approvata dal popolo il 9 febbraio. "Abbiamo un progetto concreto di attuazione" e "non bisogna dare alla Berna federale l'opportunità di contrapporre un'iniziativa all'altra".

Il consigliere nazionale di Zugo Thomas Aeschi ha criticato la rigidità di Ecopop, in base alla quale la crescita della popolazione dovuta all'immigrazione verrebbe limitata allo 0,2%. Si tratta di un attacco frontale all'economia svizzera e alle piccole e medie imprese, che incontrerebbero molte difficoltà a reclutare personale specializzato. L'assemblea ha bocciato l'iniziativa con 298 voti contro 80.

Contro Ecopop si sono espressi anche i delegati dei Verdi, riuniti a Rotkreuz (ZG). I voti contrari sono stati 106 e quelli favorevoli 2. Otto gli astenuti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS