Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

DELÉMONT - Il presidente dell'UDC Toni Brunner ha ribadito oggi, nel suo discorso di apertura dell'assemblea dei delegati a Delèmont, le sue dure critiche al Consiglio federale per la gestione del caso Gheddafi ed ha sollecitato lo smantellamento del Distaccamento d'esplorazione dell'esercito (DEE 10).
Per l'UDC tale reparto "rappresenta uno strumento pericoloso che minaccia la neutralità e l'integrità della Svizzera". Secondo Brunnen, un intervento in Libia avrebbe avuto gravi conseguenze per la Svizzera. Il presidente del partito, riferendosi al "gioco di intrighi" che vi sarebbe stato in questo caso in seno al Consiglio federale, ha parlato di "crisi di menzogne". Il Consiglio federale è solo un "governo del bel tempo", non adatto ad affrontare una situazione di crisi, ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS