L'Unione democratica federale (UDF) raccomanda di bocciare le due iniziative relative all'alimentazione e di accogliere il progetto sulle vie ciclabili, temi in votazione federale il prossimo 23 settembre. I delegati erano riuniti oggi in assemblea a Olten (SO).

L'iniziativa popolare "Per derrate alimentari sane, prodotte nel rispetto dell'ambiente e in modo equo" (Iniziativa per alimenti equi) è l'oggetto che più è andato di traverso ai delegati, che lo hanno bocciato con 62 no, 13 sì e 5 astensioni.

L'assemblea ha così voluto esprimere la propria opposizione a una "nuova burocrazia dei controlli" che peserebbe ulteriormente sui contadini svizzeri e che non avrebbe invece effetti sulla produzione estera, si legge in un comunicato del partito.

"L'eccessivo intervento statale" ha pure indotto l'UDF a respingere - 39 no, 29 sì e 7 astensioni - l'iniziativa popolare "Per la sovranità alimentare. L'agricoltura riguarda noi tutti".

L'assemblea ha invece accolto con 44 sì, 28 no e 5 astensioni il decreto federale concernente le vie ciclabili, i sentieri e i percorsi pedonali. Tra gli argomenti a favore ha giocato un ruolo chiave quello della sicurezza.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.